Mostra di Gauguin a Milano

Mostra di Gauguin a Milano

Dalla fine dello scorso mese d’ottobre Milano ha un nuovo museo, il MUDEC, sorto in via Tortona nell'area ex Ansaldo. E’ un luogo d’incontro tra le diverse culture con le quali vuole stabilire un dialogo permanente oltre che a presentarsi come un nuovo spazio espositivo. Le sale a piano terra sono state destinate all’esposizione di una parte del patrimonio del museo che consiste in oltre ottomila esemplari ed è composto da tessuti, armi, oggetti d’uso quotidiano, animali, strumenti musicali tutto proveniente dai paesi lontani oltre ad opere d’arte africane, asiatiche, dell’Oceania e delle…Leggi tutto
Mangiare (IL) Bene, la mostra d’arte contemporanea

Mangiare (IL) Bene, la mostra d’arte contemporanea

In occasione di Expo Milano, presso lo Showroom Elica-Fuori Expo di Via Pontaccio 8 in Zona Brera, giovedì 30 luglio alle ore 18.00 s'inaugura Mangiare (IL) Bene la mostra d'arte contemporanea, a cura di Nikla Cingolani, nata da una riflessione tratta da Il faut bien manger. O il calcolo del soggetto di Jacques Derrida. "Dunque, la questione morale non è e non è mai stata, si deve mangiare o non si deve mangiare, mangiare questo e non quello, il vivente o il non vivente, l'uomo o l'animale ma poiché si deve pur mangiare…Leggi tutto
Mostra e prima edizione del Premio Cuprarte “Qui si parrà la tua nobilitate”

Mostra e prima edizione del Premio Cuprarte “Qui si parrà la tua nobilitate”

Venerdì 26 giugno alle ore 18.00, nella Sala Polivalente di Cupra Marittima, si inaugura la mostra collegata alla prima edizione del Premio Cuprarte, dal titolo "Qui si parrà la tua nobilitate". Cuprarte, che nasce per rinnovare il rapporto tra Cupra Marittima e la contemporaneità promuovendo l'arte contemporanea e i suoi linguaggi espressivi, è organizzato dal Comune e dalla Pro Loco di Cupra Marittima, con il supporto dell'ACOT (Associazione Cuprense Operatori Turistici - www.assoturcupra.it) e la collaborazione della Galleria Marconi e di Marche Centro d'Arte. La collettiva curata da Dario Ciferri si avvale, per…Leggi tutto
WHITE NOISE RUMORE BIANCO

WHITE NOISE RUMORE BIANCO

Bertozzi&Casoni, Nicola Bolla, The Bounty Killart, Bernardì Roig, Gianfranco Zappettini Il rumore bianco è il rumore del televisore con l’antenna scollegata, il sottofondo della cabina di un aereo, il suono dell’asciugacapelli: in pratica, una vibrazione che comprende e annulla tutti gli altri suoni, senza essere suono. È la somma/summa dell’assordamento cui oggi siamo sottoposti: dai mass media, dall’arte contemporanea, dalla vita stessa. Allo stesso modo il bianco rappresenta il colore che somma e copre tutti gli altri colori, senza essere colore. Così, nella surreale normalità odierna anche l’urlo più straziante è sovrastato dal chiacchiericcio generale,…Leggi tutto
Premio Borghetti, prima edizione

Premio Borghetti, prima edizione

Pioggia di candidature per la prima edizione del “Premio Franco Borghetti”. Ha già trovato l’attenzione degli artisti e del panorama degli addetti ai lavori il premio nato per ricordare il fondatore ed anima del Comitato Pro – Torano. Tra i principali promotori della rassegna “Torano Notte & Giorno” Borghetti sarà ricordato quest’anno, in occasione della sedicesima edizione che si apre giovedì 24 luglio, con uno speciale premio che porterà nel piccolo borgo che domina su Carrara (Ms) leopere dei quattordici artisti selezionati dal comitato tra le oltre 30 candidature arrivate, ispirate al tema…Leggi tutto
Il Volo della Fenice – Palazzo Panichi – Piazza Duomo a Pietrasanta – Sabato 28 giugno – Domenica 13 luglio

Il Volo della Fenice – Palazzo Panichi – Piazza Duomo a Pietrasanta – Sabato 28 giugno – Domenica 13 luglio

Sabato 28 giugno – Domenica 13 luglio Luogo: Palazzo Panichi, Piazza Duomo Pietrasanta Inaugurazione: Sabato 28 ore 19:00 Artisti: Friedrich Dickgiesser, Arnim Toelke, Leander Kresse, Reinhold Braun, Alexander Knych, Junior Toscanelli, Giuseppe Donnaloia, Andrea Carpita, Marco Salvetti, Dany Vescovi, William M. Zanghi, Fulvio di Piazza.   Palazzo Panichi ospita una mostra che rappresenta un percorso nella pittura contemporanea, giocato sul confronto fra Germania e Italia, con protagonisti 11 artisti che hanno scelto la pittura come medium espressivo privilegiato. Italia e Germania, storicamente legate da relazioni culturali, politiche e sociali, spesso conflittuali ma sempre…Leggi tutto

Action Painting

Si definisce "action painting" (pittura d'azione, pittura gestuale) una pittura immediata, libera, spontanea, nella quale tutto il corpo dell’artista viene coinvolto nella realizzazione dell'opera, di cui l'esecuzione è affidata alla gestualità del braccio, una pittura fatta con spruzzi, macchie, sgocciolature di colore (dripping) dal pennello o direttamente dal barattolo sulle superfici in tela o cartone predisposte ad accoglierle, poste in posizione orizzontale. I segni che ne conseguono configurano un'immagine caotica, un intreccio irrazionale ed informale di colori e linee, frutto di una gestualità casuale che vuole portare in superficie le motivazioni nascoste dell'inconscio, legandosi…Leggi tutto

Arte cinetica

L'arte cinetica è una corrente artistica nata negli anni venti e successimente sviluppatasi negli anni cinquanta e anni sessanta che si propone di introdurre il movimento nell'opera artistica. Nell'arte cinetica il movimento può essere fisico, come nelle sculture cinetiche di Jean Tinguely, nei mobile di Alexander Calder o nelle prospettive mobili di Gianni Colombooppure virtuale, come nei dipinti Op art di Bridget Riley, di Yaacov Agam, nelle illusioni ottiche di Alberto Biasi o nelle "superfici a testura variabile" di Getulio Alviani. Anche se alcuni critici hanno cercato di suddividere l'arte cinetica in diverse categorie, chiamate "arte programmata", "optical art" o simili, il comune denominatore e' sempre un rapporto attivo fra l'opera d'arte e…Leggi tutto

Arte concettuale

Dal 1967, in aperta opposizione all'atteggiamento che vedeva la produzione artistica considerata come una merce, si fece strada in ambito internazionale, una nuova tendenza, che prendendo il nome di Arte Concettuale tendeva ad affermare il valore dell'idea come prevalente sul prodotto e quindi la importanza del processo mentale nella realizzazione di un'opera d'arte. Con l'arte concettuale si può dire si attui una sorta di dematerializzazione delle opere, che comunque non condurrà quasi mai alla totale cancellazione del visibile, poiché l'arte concettuale non vorrà sostituire il linguaggio dell'arte con quello della parola. Anche se è vero…Leggi tutto