Fronte Nuovo

Nell'Italia postbellica, un movimento aperto a tutti gli artisti che aspirano a un deciso rinnovamento della cultura italiana, nel rispetto di posizioni personali anche contrastanti e nell'ottica di un costruttivo dibattito culturale Fronte Nuovo è la denominazione di un gruppo costituitosi nel 1946 dapprima con il nome di “Nuova secessione artistica italiana”, con base operativa nel territorio milanese, veneziano e romano, poi divenuto “Fronte nuovo delle arti” (la denominazione, del '47, si deve a Guttuso), sodalizio che non avrà vita lunga, dato che già nel '48 si attuerà una scissione dalla quale deriveranno il Gruppo…Leggi tutto

Grav

Il Groupe de Recherche d'Art Visuelle, che aveva già esposto a Milano nella galleria Azimuth (15 aprile 1960) col nome Motus, nasce a Parigi nel 1960 (inizialmente si chiamerà Centre de Recherche de l’art visuelle). L’atto di fondazione, sottoscritto da Hugo Demarco, Garcia Miranda, Francois Molnar, Moyano (che lasciarono il gruppo quasi subito), Horacio Garcia Rossi, Julio Le Parc, Francois Morellet , Servanes, Francisco Sobrino, Joen Stein, Yvaral (Jean Pierre Vasarely), recita in questo modo: "Oggi i sottoscritti dichiarano fondato il Groupe de recherche d’art visuelle. Con la creazione di questo centro, essi…Leggi tutto

Gruppo 58

Un movimento nel filone nucleare, con interesse specificatamente antropologico centrato sull'uomo, sulla società e sulla sperimentazione di nuovi linguaggi. A Napoli, con un manifesto del 5 giugno del '58, si costituisce un gruppo che assume la denominazione di Gruppo 58, appunto, per iniziativa di Mario Colucci, già aderente alla Pittura Nucleare, con l'adesione di Lucio Del Pezzo, Bruno Di Bello, Sergio Fergola, Luigi Castellano e Mario Persico, corrente d'avanguardia nel filone nucleare e cinetico, che si pone in posizione polemica nei confronti dell'astrattismo e delle sue intemperanze metafisiche per affermare la possibilità di un'arte della…Leggi tutto

Gruppo degli Otto

"Un gruppo di artisti di indirizzo astratto, per un'arte slegata sia dalla figurazione che dall'astrazione postcubista, alla ricerca di un linguaggio pittorico comune" Il critico d'arte Lionello Venturi, nel 1952 dà l'impulso alla formazione di un gruppo artistico che verrà nominato "Gruppo degli otto", costituito da Birolli, Corpora, Morlotti, Santomaso, Turcato, Vedova, Afro e Moreni : si tratta di artisti con un comune indirizzo astratto, per un'arte slegata sia dalla figurazione vera e propria sia dall'astrazione che ne avevano elaborato le correnti postcubiste, prediligendo il richiamo all'Orfismo ed ad un lirismo di impronta naturalistica con particolare attenzione…Leggi tutto

Gruppo N

Il Gruppo N nasce nel 1959 a Padova come libera associazione denominata appunto N. All'inizio degli anni '60, dei nove membri originari ne rimangono solo cinque: Alberto Biasi, Ennio Chiggio, Toni Costa, Edoardo Landi, Manfredo Massironi. La fisionomia programmatica del gruppo si delinea nel corso dello stesso anno, soprattutto con l'apporto teorico di Massironi e Biasi. Nel Manifesto del Gruppo N, Padova, settembre 1961, si legge: La dicitura enne distingue un gruppo di “disegnatori sperimentali” uniti dall'esigenza di ricercare collettivamente. Il gruppo è certo che il razionalismo ed il tachismo sono finiti, che…Leggi tutto

Gruppo Origine

Gruppo di artisti italiani costituitosi a Roma nel 1949. La prima mostra del movimento si tenne nel 1950 presso la Galleria Origine di via Aurora, a Roma, in cui esposero le loro opere Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi, Ettore Colla e Marco Ballocco. Si trattava di artisti provenienti da esperienze differenti che, ricorrendo a linguaggi non figurativi, compivano vari percorsi di ricerca espressiva e sperimentazione tecnica, anticipando in Italia alcuni aspetti dell’arte informale. Il nome del gruppo si deve all’aspirazione dei suoi esponenti di “esprimere all’origine l’emozione della vita nel mistero del suo svolgersi”, come viene dichiarato nel Manifesto del…Leggi tutto

Gruppo T

Il Gruppo T (T = tempo) nasce a Milano nell'ottobre del 1959. è fondato da Giovanni Anceschi, Davide Boriani, Gianni Colombo, Gabriele De Vecchi, architetto e designer, e Grazia Varisco. Il gruppo T espone per la prima volta con la mostra Miriorama 1 presso la Galleria Pater di Milano nel gennaio 1960. La prima mostra si presenta come un happening, in cui il "grande oggetto pneumatico", la "pittura in fumo" e le "combustioni in superficie" diventano degli elementi provocatori ed effimeri che coinvolgono gli spettatori. Il gruppo può essere considerato tra i precursori dell’Arte cinetica…Leggi tutto

Gruppo Uno

Il Gruppo Uno nasce a Roma nell'ottobre del 1962. Nel 1963 alla galleria Quadrante di Firenze espongono insieme i sei pittori che formano il Gruppo Uno: Gastone Biggi, Nicola Carrino, Nato Frascà, Achille Pace, Pasquale Santoro, Giuseppe Uncini. Nel catalogo della mostra del 63 che il gruppo tiene presso la galleria La Medusa di Roma, sono pubblicate le ragioni della formazione. Giulio Carlo Argan e Palma Bucarelli scrivono che il gruppo Uno contrappone alla ricerca dell'Informale, l'idea di pittura legata alla teoria della percezione, suggerendo una diversa funzione dell'artista nella società. Per Argan…Leggi tutto

Gruppo Zero

Il Gruppo Zero viene fondato a Dusseldorf nel '61 dallo scultore Otto Piene e da Heinz Mack, uno dei protagonisti del Neoconcretismo e della pittura monocroma, e Gunter Uecker, artista visivo molto versatile dal sofferto simbolismo, ottenendo l'immediata adesione di molti altri artisti quali Tinguely, Beuys, Mack: con agganci al post-costruttivismo geometrico di Max Bill, con interessi, attraverso Piene, per la sky art e le sue ricerche dinamiche, con rapporti con Manzoni eCastellani, autori del manifesto "Del nulla contro nulla", Zero sviluppa interessanti ricerche cinetico-visuali nell'ambito della nascente Arte Cinetica, della quale rappresenta il versante tedesco. "Zero" nasce dall'insofferenza di questi giovani artisti nei confronti dell'appiattimento culturale presente…Leggi tutto

Gutai

Un movimento giapponese che anticipa i più importanti movimenti interdisciplinari dell'occidente.   Gutai, detto "avanguardia sotto il cielo" per l'abitudine ad allestire mostre all'aperto, è il nome di un gruppo fondato nel 1954 da Jiro Yoschihara ad Osaka, in Giappone, che ha attuato una vera e propria rivoluzione nell'arte contemporanea giapponese, rinnovandola profondamente ed accogliendo le innovazioni imposte da una nuova realtà sociale e culturale derivante dalla trasformazione industriale. Ispirato all'antico spirito zen, influenzato dall'informale dell'occidente (il termine esprime proprio il rapporto tra spirito e materia) soprattutto attraverso l'opera di Mathieu, Gutai rappresenta il tentativo…Leggi tutto