Informale

L'Informale fu soprattutto una direzione di ricerca intorno alla possibilità di una forma altra (il critico Michel Tapié parlò appunto di "art autre"), libera da schemi e strutture significanti. Il termine, spesso respinto dagli stessi artisti poiché troppo incline a volgarizzazioni, ha conservato nel tempo una forte ambiguità, indicando via via esperienze pittoriche legate al testo (Pollock e De Kooning), alla materia (Fautrier e Bum), al "segno" (Wols e Capogrossi), esperienze i cui tratti di significativa diversità rischiano di perdersi nel magma delle definizioni teoriche. E' quindi miglior cosa individuare alcune coordinate di…Leggi tutto

Minimalismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.   Il minimalismo è una corrente artistica che nacque e si sviluppò negli Stati Uniti d'America nei primi anni '60. Il termine venne usato per la prima volta dal filosofo dell'arte inglese Richard Wollheim nel saggio intitolato appuntoMinimal Art. Non vi è stato un gruppo di artisti che ha definito il proprio lavoro con questo termine o che si è riconosciuto come appartenente a questa corrente. Il termine si è quindi diffuso per mezzo dei critici d'arte e della stampa. Il minimalismo viene spesso interpretato come una reazione contro l'astrattismo e l'espressionismo astratto, ed un ponte verso l'arte post-moderna. Il minimalismo…Leggi tutto

Movimento d’arte concreta

Un'arte "basata soltanto sulla realizzazione e sull'oggettivazione delle intuizioni dell'artista, rese in concrete immagini di forma-colore, lontane da ogni significato simbolico, da ogni astrazione formale..." Si intende per Arte Concreta o Neocostruttivismo (di marcata componente progettuale) o Neoconcretismo (vicino alle poetiche concretiste dei primi anni '50), un insieme di correnti artistiche molto affini, in Italia rappresentate dal M.A.C. ,Movimento Arte Concreta, fondato a Milano nel 1948 (tra i fondatori si annoverano l'artista Bruno Munari e Gillo Dorfles, critico, il teorico del gruppo),che vivrà per una decina d'anni, con adesione da parte di molti artisti quali Nigro, Fontana, Veronesi. Mazzon, Monnet, Pantaleoni, Parisot, Scroppo, Soldati,…Leggi tutto

Pittura analitica

di Giorgio Bonomi È curiosa la storia di questo movimento, e conviene raccontarne brevemente la nascita e gli sviluppi. Nasce negli anni Settanta, sull’onda, da un lato, della crisi della pittura informale/gestuale e, da un altro, dall’affermarsi delle filosofie strutturalitiche ed operazionistiche; Filiberto Menna soprattutto, ma anche Italo Mussa, Giorgio Cortenova, Giovanni Maria Accame, sono i critici che più hanno operato su e con questa corrente, con scritti e mostre; gli artisti che hanno partecipato alle mostre collettive sono stati tanti, alcuni con più assiduità altri con rapide puntate, comunque i maggiormente presenti sono…Leggi tutto

Stop Homoph Art

E' un movimento artistico che è emerso nel 2003 in Italia. La “Stop Homoph Art” è il nome di una corrente artistica che nasce in Italia nel 2003 e il cui creatore è Raffaele Ciotola. Questa corrente mira ad interrogarsi sugli atteggiamenti e sui comportamenti di razzismo legati anche alla semplice visione di realtà omosessuali (glbt) con la finalità di diffondere la cultura del rispetto e delle lotta contro l’omofobia. Il maestro Ciotola è convinto che la pittura, come la musica, ha un linguaggio diretto e universale, che riesce a veicolare messaggi e a divulgare idee prima ancora della letteratura.…Leggi tutto

Support Surface

La decostruzione dei principi, i processi, le finalità, i mezzi, i costituenti elementari dell’arte, la scomposizione dell'opera nei suoi elementi basici tela, cornice, supporto, piano e superficie per un ritorno al grado zero della pittura. Gli artisti che alla fine degli anni ’60 costituirono il gruppo Support/Surface (1966-1974), quasi tutti originari del sud della Francia,  sono Marcel Alocco , André-Pierre Arnal, Vincent Bioulès, Louis Cane, Marc Devade, Daniel Dezeuze, Noël Dolla , Toni Grand, Bernard Pagès, Jean-Pierre Pincemin , Patrick Saytour, André Valensi, Claude Viallat , oltre ad un gruppo che opera a margine del…Leggi tutto

Transavanguardia

La Transavanguardia, nome coniato nel 1979 da Achille Bonito Oliva, è una tendenza definita da Gillo Dorfles come Neo-espressionista che si diffonde in Europa e negli Stati Uniti dagli anni Sessanta. Nata come una sorta di reazione alla sperimentazione spinta all’eccesso, che caratterizzava il periodo, costituisce un ritorno alla pittura e al repertorio di immagini figurative, pur non proponendosi di descrivere la realtà. L’autore si esprime così senza riferimenti a linguaggi convenzionali. Fenomeno nato agli inizi degli anni Ottanta, allorché un gruppo di artisti italiani partecipa alla sezione Aperto ‘80 dellaBiennale di Venezia riservata ai giovani artisti…Leggi tutto